Nel weekend appena concluso si è corsa la quarta tappa del Mondiale TrialGp a Comblain au Pont, in Belgio. La giornata, climaticamente perfetta per preparare il terreno e il sottobosco a correre una gara di questo livello, si è caratterizzata per essere suddivisa in 4 zone naturali paesaggisticamente interessanti con curve importanti, salite e contropendenze, 6 zone individuate in una cava, sempre sfruttando pietre naturali con passaggi molto tecnici, e ulteriori 2 zone estremamente scenografiche e molto vicine al paese con pareti ripidissime sulle quali i piloti hanno dovuto arrampicarsi. Moltissimo il pubblico accorso sul tracciato di gara per vedere le gesta dei piloti.

Nella Categoria TR3 125, Beta ha monopolizzato il podio con la vittoria di Harry Hemingway, seguito dal fratello George, e terzo David Fabian (secondo in Campionato). Harry si conferma in testa al Campionato, vicinissimo alla vittoria del titolo.

Nella Categoria TR2 Sondre Haga conclude la gara sul terzo gradino del podio, confermandosi comunque al primo posto in Campionato e guadagnando ulteriori punti sul suo inseguitore, che non è riuscito in un’ottima gara in Belgio. Quinta posizione per Lorenzo Gandola.

Nella Categoria TrialGP Matteo Grattarola chiude sesto, mentre Aniol Gelabert si è classificato decimo. Una gara partita in salita per Matteo, con alcuni errori nei primi passaggi, che ha recuperato poi egregiamente con un’ottima gara, in particolare nel secondo giro. Soltanto due zone per Matteo sono risultate piuttosto complesse da interpretare, e questo gli ha reso la vita più complicata nel raggiungere le posizioni che contano. Gelabert invece, al contrario di Matteo, era partito in modo ottimale ma ha avuto una battuta di arresto al secondo giro, quando ha scontrato una spalla contro un albero in un passaggio nelle prime zone, compromettendo la sua forma e quindi l’esito della gara.

Prossimo appuntamento con il Mondiale Trial tra una settimana, in Francia.